Come fare il baccalà in pastella

Anche con Bimby
Gustosissimo, morbido, ottimo sia come antipasto che come secondo.
Facile da fare, sono sicura che attirerà tutti i buon gustai della vostra famiglia, da me ne vanno ghiotti.
I primi ad utilizzare la tecnica della conservazione sotto sale, in epoca rinascimentale, furono i baschi e nei decenni successivi il merluzzo trasformato in baccalà venne importato anche in Italia.
Spesso si fa confusione tra i termini stoccafisso e baccalà, ma si tratta dello spetto pesce, il merluzzo, trattato e conservato in due diversi modi.
Lo stoccafisso è il merluzzo essiccato, mentre il baccalà è il merluzzo conservato sotto sale.

INGREDIENTI:

600 gr baccalà dissalato ben asciutto
100 gr farina 00
100 gr di farina di semola o di riso
300 ml birra fredda

Aromi per pesce
scorza di limone grattugiata
olio di semi di girasole

Il Baccalà deve essere pulito senza Spine e Dissalato
Se lo avete acquistato sotto sale, seguite questi accorgimenti per dissalarlo: spazzolate il baccalà e togliete il primo strato di sale. lavate con cura e delicatezza il pesce. immergete quindi il baccalà in una bacinella capiente piena di acqua fredda e lasciatelo in ammollo per 24/36 ore avendo cura di cambiare l’acqua ogni 8 ore.
Prepariamo la pastella:
In una ciotola mettete le farine setacciate e versate la birra piano piano mentre mescolate con le fruste. Dovete ottenere una pastella liscia e densa quanto volete voi.

Quando la pastella avrà la consistenza desiderata aggiungete un po di aromi per pesce, io li faccio in casa così, clicca qui.
Lasciate riposare per una decina di minuti in frigo.
Per chi utilizza il Bimby: Mettere nel boccale la farina, la birra, e gli aromi per il pesce, mescolare: 30 sec./vel. 4.5

Passiamo al pesce
Con della carta assorbente, sciugate bene il baccalà dissalato e tagliatelo a cubetti di circa 2 cm.

Preparate la padella con l’olio o, la friggitrice.ù
Quando l’olio sarà ben caldo, mettete il baccalà nella ciotola con la pastella, giratelo nella pastella con le mani poi tuffate i pezzi nell’olio caldo.

Non appena il baccalà diventa leggermente dorato, scolatelo sul della carta assorbente.
Io non ci metto sale sopra la pastella, perchè ho già messo gli aromi per pesce, e lo stesso baccalà è molto saporito, ma questo lo lascio decidere a voi a seconda sei vostri gusti.
Il baccalà in pastella è pronto, servitelo caldo con delle fettine di limone.

Se non ami la pastella, lo puoi semplicemente infarinare e friggere, viene buonissimo ugualmente.

Pubblicato da Rita Mancuso

Cucino da quando avevo 9 anni, con amore e dedizione, per per le ricette della tradizione Messinese: Amo in special modo preparare il pesce, e le ricette dietetiche, senza però tralasciare le tradizioni e le innovazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: